Menu Chiudi

Regole da rispettare per usare il rilevatore di presenze

Regole da rispettare per usare il rilevatore di presenze

La rilevazione delle presenze del personale si è dimostrata un'ottima strategia di ottimizzazione delle risorse e del tempo nelle aziende: verifica delle ore lavorate, riduzione delle pratiche amministrative e sicurezza del correspettivo lavoro/retribuzione.

Il meccanismo di funzionamento di un rilevatore di presenze fa leva sull'acquisizione e sull'elaborazione di informazioni, quelle legate agli ingressi e alle uscite dei dipendenti.

2 regole rispettare per rilevare le presenze

La gestione corretta di un sistema dirilevazione presenze dipendenti deve guardare al badge aziendale come a una modalità sicura per accedere all'ambiente lavorativo e ottenere informazioni sulle presenze in sede (tra l'altro necessarie per il calcolo della busta paga).

A dare le direttive della gestione di un sistema di rilevatori di presenze sono la Legge n. 675 del 1996 “Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali” e lo stesso Statuto dei Lavoratori.

1. Legge sulla Privacy

Il trattamento dei dati personali può avvenire in qualunque settore soltanto dietro la firma sull'apposita informativa. È importante informare sull'ente destinato a trattare le sue informazioni, sulla trasparenza del trattamento e sul trasferimento certo o possibile a terzi.

2. Statuto dei Lavoratori

Il diritto all'informativa è pienamente riconosciuto anche in ambito lavorativo e in particolare al trattamento dei dati personali durante la messa in opera. La dimensione individuale resta importante.

Nell'art. 4 dello Statuto dei Lavoratori, infatti, il datore di lavoro può utilizzare i dati raccolti soltanto dopo essersi occupato di informare il lavoratore e se mantiene il controllo entro le esigenze organizzative e produttiva e la sicurezza degli ambienti di lavoro.

App come rilevazione presenze?

Il Garante della Privacy si è detto favorevole alla realizzazione di un sistema digitalizzato che rileva la presenza dei lavoratori mediante l'installazione di un'app sui loro device personali.

La sostituzione della carta o dei foglietti con un software di gestione presenze e dispositivi personali è ammessa nella misura in cui segue le linee guida della Legge sulla Privacy e dello Statuto dei Lavoratori.

Il partner giusto per il controllo del personale

Un sistema a norma si costruisce facendo affidamento su partner tecnologici esperti e affidabili in grado di fornire prodotti e servizi che operano nel pieno rispetto delle normative.

In fondo ogni azienda nasconde esigenze diverse, dalle normali richieste di controllo al bisogno di verificare i lavoratori “in smart working” o quelli che lavorano fuori sede, e merita di ricevere soluzioni ad hoc.

Alcuni dei nostri prodotti Hardware

M3

M3 è il terminale per la gestione del controllo accessi prodotto da Anviz dotato di lettore card RFID/Mifare (doppia antenna integrata), oppure in alternativa con

Contapersona

BCST propone efficaci sistemi di controllo degli accessi tramite dispositivi contapersone e contapassaggi utili a monitorare il controllo degli accessi all’interno della propria attività lavorativa.

BP30

BP30 è il terminale per la gestione del controllo degli accessi che funziona con lettore card RFID o, in alternativa, con codice PIN. Si tratta

Alcuni dei nostri software

Small

Semplice software rilevazione presenze per piccole realtà che necessitano di un orario flessibile, libero o contaore dove controllare quante ore vengono fatte in giornata sempre differenziando le

Masterweb

Il software MasterWeb è stato realizzato per gestire la rilevazione delle presenze e la gestione dei tempi di attività. Viene scelto da centinaia di aziende

Master Accessi

Il software MasterAccessi  in licenza o in Cloud è stato realizzato per funzionare autonomamente oppure è possibile integrarlo con il software MasterWeb delle presenze.  Un