Menu Chiudi

Aziende e smart working: 5 consigli per monitorare i dipendenti e le loro performance

Aziende e smart working: 5 consigli per monitorare i dipendenti e le loro performance

monitorare i dipendenti

In un precedente articolo abbiamo visto che durante l’anno appena trascorso il 97% delle aziende ha fatto ricorso allo smart working. Il lavoro agile è ormai una realtà consolidata, ma lo stato emergenziale che tutti conosciamo gli ha dato nuova luce. 

Un’azienda che decide di portare avanti gran parte dell’attività in smart working deve essere innanzitutto in grado di gestire tutte le criticità del caso. I dipendenti vanno sì monitorati con un software di rilevazione presenze, ma anche tutelati; d’altro canto le realtà aziendali che non operano un controllo efficace dell’operato dei lavoratori possono andare incontro a diverse problematiche. 

Monitorare i dipendenti non significa investigare sulla loro vita né trasformare una lecita attività di controllo in un’ossessione. Fondamentale è instaurare un rapporto di reciproca fiducia che renda le modalità di controllo condivisibili da entrambe le parti.  

Come monitorare i dipendenti e le loro performance 

  • Rilevazione presenze – In modalità smart working la timbratura del cartellino dal vivo è resa impossibile proprio dall’assenza del personale sul luogo. Sarà utile in questo caso un software di gestione presenze da modellare in base alle esigenze dei singoli scenari lavorativi. Il tutto potrà essere fatto sia su server dedicato che con concessione su Licenza del programma per operare sul proprio server.
  • Tool che permettono di gestire task e to-do-list – Appuntamenti, documenti, fogli di calcolo: se si sommano tutti quelli che fanno capo ai singoli dipendenti, la gestione diventa veramente difficile. Esistono tanti tool che permettono una facile condivisione e coordinazione dei risultati tra azienda e dipendente.
  • Video call di aggiornamento – Per colloqui privati e per briefing di gruppo, sono disponibili app e piattaforme che consentono chiamate personali e collettiveSono tutte molto intuitive e di facile utilizzo.
  • Tool di condivisione remota del pc – Potrebbe capitare che sia il dipendente che qualche referente in azienda abbia problemi di varia natura al pc. Condividerlo da remoto tramite specifici tool può portare ad una più facile risoluzione.
  • App timbratura cartellino – Basterà installare sullo smartphone e/o tablet del dipendente unapplicazione mobile per la timbratura del cartellino. Potrà così marcare l’ingresso e l’uscita, con inizio e fine dell’attività lavorativa. Inoltre, il GPS implementato consentirà la rilevazione del luogo in cui si è svolto il lavoro nonché il veloce rintracciamento del dipendente in caso di incidente.