Menu Chiudi

Come funzionano i dispositivi Anviz bio office?

Come funzionano i dispositivi Anviz bio office?

L'utilizzo delle tecniche biometriche per la rilevazione delle presenze nel settore privato e nella pubblica amministrazione permette di risolvere molte questioni legate all'uso indiscriminato degli strumenti identificativi come password e badge personali.

In un primo momento è stato il badge aziendale a risolvere il problema della rilevazione delle presenze, una tessera in PVC in grado di identificare il personale e registrare informazioni su orari di ingresso e uscita e date.

In una serie di situazioni, purtroppo, si è verificato che i dipendenti timbrassero per altri colleghi o riuscissero ad allontanarsi dalla sede dopo aver timbrato l'ingresso e a tornare per timbrare l'uscita.

Il superamento della tecnologia del badge si deve all'arrivo della biometria e al suo saper associare il concetto di base all'analisi di caratteristiche fisiche o biologiche del lavoratore quali il riconoscimento facciale, le impronte digitali e la scansione dell'iride.

La possibilità della lettura dei dati biometrici connessa a unsoftware di gestione presenze è una soluzione che aziende private ed enti pubblici stanno prendendo in considerazione.

Come funziona il riconoscimento biometrico?

Il mercato risponde alla richiesta mediante dispositivi di rilevazione presenze e software compatibili con riconoscimento biometrico in grado di assicurare l'identificazione della persona e di tutelare la privacy del dipendente.

In questo senso gli apparecchi Anviz bio office, per esempio, offrono un sistema sicuro ed efficace che assicura la registrazione dell'entrata e dell'uscita dei lavoratori, l'abbandono di sistemi facilmente replicabili e la sicurezza dell'ambiente lavorativo.

Impronta digitale

Il riconoscimento dell'impronta digitale è una tecnica immediata che prevede la registrazione di alcuni punti specifici dell'impronta e la memorizzazione delle informazioni in un data base.

L'apparecchio acquisisce l'impronta di volta in volta, ricalcola le informazioni in base al dato biometrico e infine consente l'accesso e acquisisce l'orario in caso di esito positivo.

Iride

L'acquisizione delle informazioni relative all'iride si comporta allo stesso modo, ma è più veloce e non varia nel tempo in quanto la membrana muscolare dell'occhio è posta posteriormente alla cornea e davanti al cristallino.

Volto

I rilevatori biometrici di riconoscimento facciale funzionano esattamente come gli altri dispositivi biometrici e quindi permettono di associare l'identità all'individuo.

Un punto a favore di questo metodo di rilevamento presenze biometrico è la possibilità di associarlo anche a device mobile e di sfruttare la geolocalizzazione per gestire le unità in mobilità o in attività da remoto.

Alcuni dei nostri prodotti Hardware

M2CPRO

Questo rilevatore presenze e controllo di accesso è dotato di un processore Dual Core da 1 GHz che ne garantisce le alte prestazioni sul tuo

BP30

BP30 è il terminale per la gestione del controllo degli accessi che funziona con lettore card RFID o, in alternativa, con codice PIN. Si tratta

M3

M3 è il terminale per la gestione del controllo accessi prodotto da Anviz dotato di lettore card RFID/Mifare (doppia antenna integrata), oppure in alternativa con

Alcuni dei nostri software

Mense

Abbiamo realizzato soluzioni specializzate per la gestione di prenotazione pasti per la Mense. Possibilità di scegliere il tipo di pasto direttamente dal terminale, piuttosto che

Small Web

Il software rilevazione presenze WEB consente, a fronte di un piccolo canone annuale, di gestire il proprio personale da qualsiasi apparecchiatura che possa accedere al web: pc,

Masterweb

Il software MasterWeb è stato realizzato per gestire la rilevazione delle presenze e la gestione dei tempi di attività. Viene scelto da centinaia di aziende