Menu Chiudi

RFID Brescia: tra web e privacy

RFID Brescia: tra web e privacy

La tecnologia RFID è sempre più intorno a noi, anche a nostra insaputa. Un grande negozio di Brescia con 18 dipendenti la utilizza quotidianamente con grandi vantaggi economici e di sicurezza.

Un grande negozio di vendita di scarpe, borsette e articoli in pelle in Brescia utilizza la tecnologia RFID per impedire i furti e per tenere aggiornato il proprio magazzino in modo semplice ed efficace.

RFID è l’acronimo di Radio-Frequency Identification, ovvero identificazione a radiofrequenza. Si tratta di una tecnologia di identificazione e/o acquisizione di informazioni che sono contenute in particolari etichette elettroniche denominate Tag in grado di interagire a distanza con degli appositi rilevatori o lettori.

La comunicazione avviene per mezzo del collegamento radio che si instaura tra il Tag e il lettore. In pratica un dispositivo RFID può contenere informazioni che vengono lette e in alcuni casi anche modificate dal lettore. Nonostante i controlli predisposti all’interno del negozio, ovvero alcuni specchi e telecamere, si riscontrano con una certa regolarità ammanchi tra gli articoli esposti.

Il controlli posti in essere sono stati giudicati insufficienti e controproducenti in quanto il personale dipendente viene anche distratto dalla sua attività principale, quindi si è deciso di adottare sistemi di protezione più moderni e già largamente in uso in altri esercizi commerciali.

L’utilizzo di etichette adesive RFID si è rivelato utilissimo come protezione contro i furti. La scelta è caduta su quelle disattivabili, acquistate in rotoli, molto simili a quelli delle normali etichette di carta e a un costo di pochi centesimi l’una. Si è reso necessario anche l’acquisto di un disattivatore di etichette. Si tratta di un pannello sul quale, dopo la ricezione del pagamento, viene fatto passare l’articolo in cui è celata l’etichetta RFID in modo da disattivarla. In caso di uscita dal negozio di un articolo con etichetta non disattivata, il sistema di allarme entra in funzione. Il sistema ha dato i suoi frutti e i furti sono praticamente scomparsi.

Vista la semplicità di utilizzo si è pensato di utilizzare le etichette RFID anche per la gestione del magazzino. L’obbligo è annuale ma quasi sempre viene eseguito anche un controllo semestrale. I controlli sul magazzino sono operazioni per le quali si possono impiegare anche giorni e spesso danno risultati divergenti rispetto ai dati di carico e scarico cartolari.

Con l’etichettamento RFID dei colli in magazzino l’allineamento dello stesso ai dati cartolari è praticamente sempre controllabile, cosa che non può avvenire con il codice a barre in quanto quest’ultimo ha bisogno di essere visto materialmente, mentre l’etichetta RFID viene letta via radio dal lettore.

Il lettore di etichette RFID è in grado di rilevare, se etichettati, anche articoli inseriti in imballi ancora chiusi, purché non di metallo nonchè il codice di centinaia di etichette contemporaneamente in pochi secondi e di trasmetterlo al software informativo di gestione. Il negozio in questione è più sicuro e il magazzino è sempre sotto controllo grazie alla tecnologia RFID a Brescia.