Menu Chiudi

Rilevatori di presenze: con le nuove riaperture sono sempre più indispensabili

Rilevatori di presenze: con le nuove riaperture sono sempre più indispensabili

Rilevatori di presenze

Alla luce delle recenti riaperture e di quelle che si saranno a breve, sarà premura di tutti gli esercenti disporre di rilevatori di presenze. Questi consentono di gestire in maniera adeguata i flussi di persone, nel rispetto delle normative anti-Covid. Negozi, ristoranti, esercizi pubblici di diversa natura: per tutti si pone l’esigenza primaria di tenere sotto controllo l’afflusso dei clienti o anche di avventori che sostano nei complessi soltanto per pochi minuti. 

I vantaggi di disporre di rilevatori di presenze 

rilevatori di presenze consentono di soddisfare più esigenze:

  • Evitano che le persone si ammassino all’ingresso;
  • Fanno in modo che non entri un numero di utenti superiore al massimo consentito;
  • Se dotati di specifiche opzioni, come nel caso di termoscanner professionali, evitano l’ingresso di clienti con temperatura più alta rispetto a quella impostata;
  • Permettono di disporre di statistiche interne su orari di maggiore e minore affluenza. 

Chi si dota di un dispositivo di rilevazione presenze può snellire il proprio lavoro, nella misura in cui una parte delle incombenze viene svolta proprio dal device. Non si tratta di una questione legata esclusivamente alla sicurezza, dell’esercizio così come degli utenti, seppur questa rimanga primaria. 

Un buon sistema di rilevazione presenze va infatti valutato anche in un’altra ottica. Se il proprietario di un negozio impara a conoscere le abitudini della propria clientela, sarà in grado di ottimizzare la propria attività. I rilevatori di presenze permettono infatti anche di monitorare indirettamente il rendimento dell’attività, dando la possibilità di intervenire sugli aspetti più critici. 

Con i rilevatori di presenze la privacy è garantita 

In molti si chiedono se i rilevatori di presenze garantiscano la privacy. La risposta è sì. Questi device di ultima generazione sono infatti pienamente legali, non rilevando l’identità del cliente (età, sesso, ecc.). Vengono esclusivamente conteggiati gli ingressi e misurata la temperatura.  

In genere si sceglie di installare i rilevatori di presenze in corrispondenza dell’ingresso principale, quindi non vi è nemmeno il bisogno di segnalarne la presenza con avvisi o cartelli. Il sensore va invece applicato sul soffitto, su un espositore o su una parete, tutti punti che non offrono ostacoli alla rilevazione dei movimenti.