Menu Chiudi

Rilevatore di presenze dei dipendenti: quanto è importante adesso?

Rilevatore di presenze dei dipendenti: quanto è importante adesso?

La fase 2 è cominciata da poco e potrebbe accompagnarci per un po' di tempo. Tutto dipende dalla curva, che sta sì scendendo negli ultimi giorni ma potrebbe ritornare a risalire. Lo preannuncia spesso anche Giuseppe Conte, il nostro Presidente del Consiglio dei Ministri e chiede spesso, ai suoi concittadini, di essere rispettosi, avere pazienza, mantenere il controllo. Lo chiede perché mai come in questo momento è tutto nelle nostre mani, perché il Covid-19 è ancora un problema e la sicurezza sul lavoro, adesso che possiamo finalmente tornare a lavorare, deve essere al centro dell'attenzione, come prima e più di prima, se possibile.

I dispositivi possono aiutare: ci vuole buonsenso, senza dubbio, ci vuole cooperazione, ma il supporto tecnico è fondamentale, in questa fase, soprattutto per le aziende con tantissimi dipendenti che non sono in grado di controllare tutti uno per uno.

Un ottimo supporto può essere dato dal rilevatore di presenze dei dipendenti, un dispositivo che consente di rilevare e registrare la presenza di un dipendente sul luogo di lavoro, per monitorare le sue entrate e le sue uscite e calcolare, quindi, la retribuzione in modo corretto e coerente con le sue assenze, presenze, ritardi, malattie e straordinari.

Un dispositivo come il rilevatore di presenze dei dipendenti, però, ci può aiutare anche a monitorare quelli che dovrebbero invece rimanere a casa, quelli che hanno una temperatura corporea elevata e superiore a 37.5, quelli che sono risultati positivi al Coronavirus e devono rimanere a casa per tutelare se stessi e gli altri.

La sicurezza sul lavoro in tempi di Covid-19 è molto importante: lo era già prima di questa pandemia, ma mai come adesso dobbiamo fare attenzione e rispettare le regole, perché è in gioco la salute di tutti.