Menu Chiudi

Adattarsi allo smart working: la rilevazione delle presenze nel 2021

Adattarsi allo smart working: la rilevazione delle presenze nel 2021

rilevazione delle presenze

Quando tutto cambia anche l’approccio organizzativo del lavoro è chiamato a cambiare e, con esso, il sistema di rilevazione delle presenze. L’idea di utilizzare il timbra presenze e timbrare il cartellino all’arrivo in ufficio e a fine giornata sta diventando sempre più vecchia e superata. Anche in Italia, dove i sistemi di rilevazione presenze tramite terminale e badge identificativo sono ancora tra i più diffusi nelle aziende italiane.

In un mondo che sta cambiando e si sta trasformando molto velocemente, muta anche il modo di lavorare e di vivere l’azienda. Al centro viene messa sempre di più fiducia, la responsabilità e il perseguimento di obiettivi. Il concetto di “timbrare il cartellino” viene superato con la registrazione della presenza tramite badge, biometria (iride o impronta digitale), ma anche grazie all’uso di app per timbrare il cartellino da installare sul proprio smartphone.

L’evoluzione del timbracartellino e la rilevazione delle presenze

Quello della timbratura del cartellino è un rito che ha scandito la vita da ufficio di milioni di persone ma che, con l’avvento dello smart working e il cambio di cultura aziendale in molte realtà lavorative, rischia di scomparire.

Innovare, trasformarsi e adattarsi sembrano le linee guida preponderanti per ogni manager che vuole essere al passo coi tempi. Per questo, il progredire della tecnologia ha trasformato anche l’orologio timbracartellino e lo ha reso ancora più versatile. La tecnologia digitale, ormai, è il vero cuore pulsante di questo strumento che non si limita a stampare orari di entrata e uscita, ma è in grado di gestire una serie di operazioni. Operazioni che comprendono: le ore lavorate, gli straordinari, l’orario flessibile e il part-time, estrapolandone tutti i dati a fine mese. È sufficiente fare una copia del cartellino e metterlo a disposizione dell’Ufficio Amministrazione, dell’Ufficio Paghe o del commercialista. 

La tecnologia è andata oltre, trasformando radicalmente lo strumento, tanto da far nascere un “fratello” molto più evoluto: il terminale presenze. Un condensato di tecnologia in cui biometria, internet, hardware e software convivono tutti insieme, in uno strumento avanzato che non si limita a rilevare le presenza, ma può addirittura vietarle o limitarle ad aree ben precise. Condizionando anche safety e security dei posti di lavoro.